I trenta assassini: Giovanni Atzeni, detto Tittia vince ancora il Palio

Con il quarto palio vinto di seguito, Giovanni Arzeni detto Tittia, conquista il nono in carriera! È uno dei trenta assassini ritratti da Marco Delogu, che così lo descrive:

“Giovanni Atzeni è un uomo antico, porta i segni della storia nella sua vita. Lavoro duro, nessuna tecnologia, migrazioni e ancora lavoro duro. Giovanni nasce in Germania a Nagold, da padre sardo e madre tedesca. Bellezza antica, nessun ritocco, si fa la barba tutte le mattine. Torna in Sardegna adolescente ma la vita è dura. Giovanni parte per Siena, paglie e monte, freddo e caldo e i denti che un giorno rimangono per terra. Giovanni guarda il mondo dal basso, si rialza e ha già deciso che lotterà con forza interiore e senza clamori. Lavora il doppio, forse troppo, ma i denti tornano a posto. Nessun aiuto e sempre lui e solo lui. Inizia a vincere. Come in un film il suo maestro si ferma a un “punto” dalla vetta (13 per Trecciolino e 14 per Aceto). Giovanni è un uomo antico, bello e antico. È ancora giovane, è sempre se stesso sia se lo incontri per caso e sia se vince, come nel luglio scorso, l’ennesimo palio. Gli mancano poche vittorie per il record della piazza e il tempo è dalla sua parte. Nessuna ansia, i denti son tornati e la vita è sempre intensa e questo basta. Sul palio non si scommette ma se Giovanni dovesse arrivare alla vetta dei 15 palii vi prometto che, alla sarda, vi inviterò un giorno tutti a casa mia dove in dimensione 1:1 esiste una riproduzione della piazza e sarà bello camminarci con Giovanni e tutti gli invitati come in un rito sacro, antico (nella mia pista ci galoppo piano e con la sella perché già due volte son finito in sala operatoria e ho superato i 60 anni). Per ritrarre Giovanni basta poco. La minima concentrazione, il silenzio e quella sardità condivisa tra l’occhio del fotografo, il mio, e gli occhi di Giovanni. Tutto parte da li, e li finisce. niente da aggiungere, la storia è tutta li ed è una storia lunga. La conosciamo entrambi e ogni tanto ci incontriamo in ippodromi di tutti i tipi e chi vede l’altro per primo bussa alla spalla per rincontrare gli occhi”.

Marco Delogu

Marco Delogu
I trenta assassini

Fotografie di Marco Delogu
Testi di Marco Delogu, Adriano Sofri
Copertina rigida, 24×30 cm
88 pagine, 50 ritratti in bianco e nero
ITA / ENG

ISBN 978-88-95410-48-7

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.