Guy Tillim, Cagliari: la mostra

La mostra “Cagliari” sarà inaugurata venerdì, 19 ottobre 2018, alle 18.30, presso la sede cagliaritana della Fondazione di Sardegna, in via San Salvatore da Horta 2, e sarà visitabile fino a gennaio 2019.

Nuovo appuntamento del ciclo di produzioni artistiche della Fondazione di Sardegna sul tema delle migrazioni. Dopo “Désert”, performance site specific che ha riflettuto sulla condizione dei profughi contemporanei in relazione all’aspetto arcaico del nomadismo, è la volta della mostra fotografica “Cagliari” di Guy Tillim, a cura di Marco Delogu, che sarà inaugurata il prossimo 19 ottobre. « “Istranzu” è un termine bivalente in sardo. Vuol dire ospite, ma anche straniero. Non però una cosa o l’altra: le significa sempre entrambe allo stesso tempo. » Le parole della scrittrice Michela Murgia ben introducono il lavoro del fotografo sudafricano Guy Tillim, recentemente insignito del prestigioso Henri Cartier-Bresson Award: 21 opere fotografiche prodotte per le strade della città nel corso di due settimane di residenza nel capoluogo. Le fotografie confluiranno nella mostra “Cagliari”, promossa dalla Fondazione di Sardegna in collaborazione con la Fondazione Sardegna Film Commission, e in un volume edito da Punctum, arricchito dai testi di Marco Delogu, Francesco Abate e della stessa Michela Murgia. Nato nel 1962 a Johannesburg, Guy Tillim si è a lungo dedicato a progetti di documentazione visiva e storica, tesi a evidenziare il divario razziale creato dall’apartheid nel suo paese e a produrre testimonianze del conflitto sociale e delle disuguaglianze prevalenti nel continente africano. Freelance per numerose agenzie internazionali, negli anni si è distaccato dall’iconografia del fotogiornalismo di denuncia per adottare un punto di vista più enigmatico, spesso rivolto alla strada. Come nei suoi lavori più recenti, anche in “Cagliari” le sue fotografie si soffermano su gesti e movimenti semplici, comportamenti e situazioni urbane consuete: frammenti sospesi delle vie del capoluogo sardo e dei suoi abitanti che sono al contempo delle finestre aperte verso le strade del mondo, offerte al nostro sguardo come nuovi spazi di riflessione. Il progetto espositivo, curato da Marco Delogu e sviluppato dall’architetto Maurizio Bosa, rafforza l’invito già insito nelle opere a vivere un’esperienza immersiva per le strade di Cagliari, una città che il giornalista e scrittore Francesco Abate associa a Babilonia, metafora positiva delle commistioni di luogo e pensiero: « Casteddu. Ognuno cammina per la sua strada, per vie e piazze che sono già state di molti, forse di tutti. »

La mostra “Cagliari” sarà inaugurata venerdì, 19 ottobre 2018, alle 18.30, presso la sede cagliaritana della Fondazione di Sardegna, in via San Salvatore da Horta 2, e sarà visitabile fino a gennaio 2019.

Info utili

“Cagliari” – una mostra di Guy Tillim a cura di Marco Delogu inaugurazione: venerdì 19 ottobre 2018 |ore 18.30| ingresso libero dal 19 ottobre al 6 gennaio 2019 dal lunedì al sabato – dalle ore 10 alle 19 [domenica chiuso] Fondazione di Sardegna via San Salvatore da Horta, 2 – Cagliari

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *